domenica 25 luglio 2010

Escursione da Breuil-Cervinia al Rifugio Duca degli Abruzzi (Lo Riondé) 2802 mslm - sentiero n.13 Breuil-Cervinia - Chiesetta BTG Monte Cervino - Rif.Duca degli Abruzzi - Croce Carrel (18/07/2010)

_12332 _12568

Una escursione d'alta quota assolutamente da non perdere nel "regno di sua maestà il Monte Cervino".
Il punto di partenza di questa nostra giornata di trekking d'alta quota è Breuil-Cervinia (2012 mslm) ultimo paese posto alle pendici del Monte Cervino, in Valtournenche- Valle d'Aosta.


Eccezionale la vista sulla corona di vette alpine del Plateau Rosà (3480 mslm), Testa Grigia, Colle del Teodulo (3302 mslm), Corno del Teodulo (3458 mslm), Furggen (3492 mslm), La Forclaz (3279 mslm), Colle del Breuil (3325 mslm) fino al Monte Cervino-Matterhorn (4478 mslm).
Lasciata la macchina al campo sportivo percorriamo la piccola zona pedonale del paese fino all'imbocco del sentiero n.13 (Breuil-Cervinia - Chiesetta BTG Monte Cervino - rifugio Duca degli Abruzzi Lo Riondé - Croce Carrel).


Il sentiero è di tipo escursionistico, non presenta nessuna difficoltà ed è adatto anche alle mountain-bike.
La salita nonostante il dislivello di circa 800 metri è in pendenza costante, priva di "strappi" impegnativi.
Purtroppo quando arriviamo al rifugio Lo Riondé-Duca degli Abruzzi scopriamo che è chiuso per lavori di ristrutturazione.


E allora, stesi gli asciugamani su una collinetta poco sopra, ci fermiamo su questo balcone naturale ad osservare l'imponenza della parete sud del Monte Cervino che domina tutta la vallata.
Di fronte a noi si fa notare il famoso ghiacciaio Plateau Rosà (3480 mslm) attrezzato anche per lo sci estivo con i suoi impianti di risalita; poco sotto spicca con il suo colore particolare il Lago Goillet (2516 mslm), la diga e Plan Maison (2561 mslm).


Noi decidiamo di sostare qui ad ammirare il superbo panorama, visto le ottime condizioni climatiche (neanche una nuvola in tutta la giornata, cosa rara da queste parti); il sentiero prosegue poi fino alla quota di 2942 mslm, circa altri 30 minuti di cammino, dove si trova la Croce Carrel, in memoria di Jean Antoine Carrel il primo italiano a raggiungere la vetta del Monte Cervino nell'anno 1865, dove morì al ritorno di una delle sua innumerevoli ascese alla vetta il 25 agosto del 1890.


Se vuoi affrontare questa escursione, consiglio comunque una buona preparazione fisica; trattandosi di ambiente di alta quota va affrontato in ottime condizioni climatiche, perché a queste altitudini la temperatura può subire drastiche variazioni in pochi minuti.
Come sempre nella tua attrezzatura non devono mancare gli occhiali da sole, crema solare, cappellino o bandana, un pile e un giubbotto anti vento, guanti, scarponi o scarpe da trekking oltre al bere (acqua e integratori di sali minerali) e qualcosa da mangiare.

_12317 _12331 _12335

_12378 _12382 _12552 _12559

_12385 _12412 _12429

_12444 _12446 _12450

_12452 _12460 _12463

_12479 _12483 _12505

_12507 _12553 _12561

Nessun commento:

Copyright

Creative Commons License
Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.